Decorazioni Torte Tango : La pasta di zucchero di Carlita Colotti

Decorazioni Torte Tango : La pasta di zucchero di Carlita Colotti

.

decorazioni torte tango - carlita colotti 06 .

Per colorare la pasta di zucchero che userai per decorazioni torte tango, utilizza i colori primari in polvere:
rosso, giallo e blu e ovviamente il nero
il nero è difficilissimo da ricreare perfettamente utilizzando i vari colori.
Io stessa Carlita Colotti con il colore nero mi trovo in difficoltà, per creare belle decorazioni torte tango.
Non sempre è necessario acquistare i coloranti alimentari, tu puoi utilizzare dei coloranti naturali che sono anche più facili da reperire, come per esempio il cacao e lo zafferano.
L’unico “inconveniente” è che la Pdz, la pasta di zucchero, colorata con queste due sostanze
assume un gusto differente, che, per il mio modo di vedere, a volte può essere un bene!
è importante che le tue decorazioni torte tango siano buone oltre che belle da vedere.
decorazioni-torte-tango-zucchero-a-velo

E’ possibile trovare in vendita la Pdz la pasta di zucchero, già colorata, ma ovviamente ha costi più elevati e soprattutto non è disponibile in tutte le sfumature di colore che invece è possibile ricavare avendo a disposizione i coloranti alimentari.

.

Il tavolo da lavoro, deve essere sempre ricoperto di zucchero a velo onde evitare che la Pdz la pasta di zucchero, si attacchi.

.

La pasta di zucchero al naturale è bianca perché riprende il colore dello zucchero a velo da cui è composta.

In vendita infatti, non esistono i coloranti bianchi, perché sarebbero superflui.

.

Per cominciare a fare le tue decorazioni torte a tema tango, prendi sempre una piccola quantità di pasta, regolandoti in base agli oggetti che vuoi modellare utilizzando il colore che ti appresti a mescolare.

Unisci una puntina di colorante in polvere al centro della pasta e lavora con le mani.

.

La teoria vuole che lavori la la pasta di zucchero con il palmo delle mani e mai con la punta delle dita; nella pratica ti accorgerai invece che la pdz lavorata con i palmi si surriscalderà diventando molto più morbida e perciò difficile da lavorare, in quanto il palmo delle mani emana molto più calore rispetto alla punta delle dita, squagliando perciò lo zucchero di cui è composta la la pasta di zucchero.

.

  decorazioni-torte-tango-pasta-di-zucchero

.

Personalmente io Carla G. Colotti, per creare le mie decorazioni torte tango, non seguo molto la teoria e mi baso sull’esperienza personale, infatti lavoro la la pasta di zucchero sia con i palmi che con le dita!

Il mio consiglio per te è di seguire il tuo istinto e scegliere il procedimento con cui ti trovi più a tuo agio!

Colorando la Pdz ti renderai conto che a volte si formeranno dei puntini di colore, questo sarà quasi praticamente inevitabile, poiché il colorante è composto da microparticelle di pigmento che a volte non si sciolgono nell’istante in cui lavori la pasta.

E’ possibile ovviare, in parte, a questo inconveniente utilizzando dapprima piccole quantità di pasta da colorare e mescolandole man mano alla Pdz naturale per ottenere il colore voluto.

Anche operando in questo modo è probabile che i microgranuli di pigmento non si sciolgano completamente, perciò il mio consiglio è quello di colorare la Pdz qualche giorno prima di cominciare a lavorare alle decorazioni e riporla, dopo averla avvolta accuratamente con la pellicola per alimenti, in contenitori a chiusura ermetica.

Passato qualche giorno si saranno presentati i famosi puntini, perciò, lavora nuovamente la Pdz prima di utilizzarla, in modo da sciogliere definitivamente “ i puntini” ed uniformare il colore.

Una volta che hai ottenuto il colore voluto, cerca di creare una pallottola con il palmo delle mani, con lo stesso procedimento che si usa per fare le polpette, in modo da lisciare perfettamente la tua la pasta di zucchero prima di riporla avvolgendola con la pellicola.

Quest’operazione, ossia l’avvolgere la Pdz con la pellicola, è importantissima ai fini della conservazione della suddetta pasta, la quale asciugherebbe all’aria ed è inoltre influenzata dalla temperatura esterna e dall’umidità dell’aria; tenderebbe perciò a rovinarsi, o essiccandosi, o sciogliendosi e perciò “sudando”.

decorazioni-torte-tango-pdz

Qui di seguito ti elencherò, per le tue decorazioni torte tango, le possibili combinazioni di colore ottenibili con i colori primari:

 

  • BIANCO + ROSSO = ROSA
  • GIALLO + BLU = VERDE 
  • GIALLO + ROSSO = ARANCIO 
  • ROSSO + BLU = VIOLA

 

I colori ottenuti mescolando i colori primari sono detti colori secondari.

Maggiore sarà la componente di colore scuro, più scuro sarà il risultato e viceversa.

Puoi ottenere altri colori per decorare le tue torte decorate tango, mescolando tra loro colori
primari e secondari:

 

  • ROSA + BLU = LILLA
  • VIOLA + NERO = MARRONE 

 

Il nero non è un colore primario, in realtà non è nemmeno un colore, ma è dato dall’assenza di colore.

Il bianco al contrario è dato dall’unione di tutti i colori. Essi possono essere utilizzati per creare varie sfumature:

 

  • ROSSO + MARRONE = BORDEAUX
  • VERDE + BIANCO = VERDE CHIARO PASTELLO 
  • NERO + BIANCO = GRIGIO 
  • VIOLA + BIANCO = VIOLETTO 
  • BIANCO + UNA PUNTA DI MARRONE = BEIGE 
  • ROSA + UNA PUNTINA DI MARRONE + UNA PUNTINA DI GIALLO = COLOR CARNE

 

 decorazioni torte tango - carlita colotti 08

.

E così via dicendo, crea con originalità le decorazioni torte a tema tango argentino con tante sfumature a seconda del tuo gusto personale e puoi dare libero sfogo alla tua fantasia ;)

Carlita Colotti