Archivio tag | Torte Decorate Tango

√ Torte Decorate Tango : Carlita Colotti

[ Torte Decorate Tango : CARLITA COLOTTI ]

Condividi questo articolo se ti piace, grazie! 

 

Ciao

Nella vita mi chiamo Carla Giovanna Colotti  

(Carla G. Colotti)

qua sono Carlita Colotti

 

carla g. colotti torte decorate tango

.

Ti voglio rivelare qualcosa di me, di Carlita Colotti, e di ciò che mi appassiona.

Mi piace creare opere d’arte, torte decorate tango, con la pasta di zucchero è la mia vera passione! le decorazioni torte belle da vedere e buone da gustare.

Ho sempre avuto una passione più o meno segreta per i dolci, per le torte, e per le decorazioni di torte,  fin da bambina, anche se esteticamente lasciavano a desiderare la voglia di sperimentare era sempre tanta.

Sono sempre stata affascinata dalla pasticceria, ma in particolare dalle meravigliose torte decorate tango.

Forse esagero?, noooo!

Mi piace preparare torte decorate, quando preparo una torta mi rilasso e sono completamente felice e gioiosa.

 

Quello che faccio, è frutto della mia passione per i dolci, per le decorazioni di torte, sono un’autodidatta e mi piace sperimentare nuove tecniche sempre…a volte ci riesco, altre no…però non mi perdo d’animo e ci riprovo fino a quando non ottengo un risultato voluto.

 

Mio Papà e mia Mamma hanno, per tutta la loro vita lavorativa, avuto la forneria e il negozio, ed io naturalmente ho vissuto sulla pelle questa esperienza.

 

Mio papà al forno mi chiamava, Carlita vieni qui, mia mamma in negozio Carlita c’è bisogno di te, riferendosi a me a Carla G. Colotti 😉 …..

Finchè un giorno ho deciso di imparare a fare delle bellissime torte, seguendo gli insegnamenti di mio papà, e seguendo la mia intuizione ed inclinazione !

 

Ho iniziato a fare i primi passi con le torte decorate e la gum paste.

Sono così diventata in arte Carlita Colotti, con la grande passione per le Torte decorate Tango.

 

Da allora cerco sempre di migliorare la tecnica, non trascurando però che una torta decorata deve essere soprattutto buona! 

Adesso torta dopo torta cerco di migliorare il mio stile da vera decoratrice e di conquistare , decorazioni dopo decorazioni di torte, le mie amiche milongueras di tango argentino!

 

Spero di conquistare anche Te!!!.

 

Questo blog Torte Decorate Tango è una raccolta di quello che più amo fare..

 

Nel blog oltre a torte e altri dolci decorati, trovi le spiegazioni passo a passo delle decorazioni di torte che uso.

Grazie di essere qui con me, spero sia una dolce e golosa permanenza la tua, e che torni spesso a trovarmi,e a decorare torte di tango insieme a me.

Cosi che puoi dilettarti nella preparazione e decorazioni di dolcetti e decorazioni torte, torte decorate che spero allietino, per quello che possono, altre persone.

Se vuoi lasciare un commento, una traccia di Te, se hai domande sulle decorazioni, lascia un commento alla fine di ogni post, lo accoglierò e ti risponderò con piacere.

 

Seguimi su Facebook 

torte decorate tango facebook

https://www.facebook.com/carla.g.colotti

 

 

 

Torte Decorate Tango : CARLITA COLOTTI

Gratis per Te La Guida Pratica Veloce 

 

gratis 300 ricette scritte

compra2

 

 

Se vuoi conoscermi meglio, conoscere Carla G. Colotti nella Vita continua pure a leggere 😉

 

Clicca Qui Ora 

 

CHI SONO – CARLITA COLOTTI

 

 Torte Decorate Tango : CARLITA COLOTTI

√ Torte Decorate Tango : Come si usa la pasta di zucchero

Torte Decorate Tango : Come si usa la pasta di zucchero

 

decorare_torte_pasta_da_zucchero2

 

Comprata già pronta (quella in pacchetti da 700gr copre una torta da 30cm) o fatta in casa secondo la mia ricetta, la pasta di zucchero (detta anche “PDZ”, “fondant” e, meno correttamente, “glassa”) costituisce la base più usata per le decorazioni di torte per decorare torte anche a tema tango argentino, a uno o più piani, per delle Torte Decorate Tango buonissime.

Per La felicità di amiche della milonga, di milongueras e di amici del tango argentino .
Sia che si tratti di una pasta fatta in casa che di una confezionata, ricordati che la temperatura ambientale influenza fortemente la sua consistenza e la sua lavorabilità, anche perchè si conserva in dispensa e non in frigo:

in estate potrebbe quindi risultare addirittura appiccicosa, in inverno dura e pronta a sgretolarsi.

 

torte decorate tango zucchero

 

 

La soluzione che io ti consiglio , Carlita Colotti, ad entrambi i problemi è insistere e usare “l’olio di gomito” per riportarla alla consistenza ottimale (solo nel primo caso si può aggiungere poco zucchero a velo, e solo nel secondo, per accorciare i tempi, passarla pochi secondi al microonde).
La PDZ , la pasta di zucchero, si lavora quindi finchè non è morbida con le mani unte di burro su una superficie cosparsa di zucchero a velo o amido di mais, nel caso si voglia usare su una dummy (ovvero una torta finta in polistirolo): lo zucchero è ovviamente più gentile con la nostra digestione, ma tende ad alterare le proporzioni della composizione della pasta che già lo contiene in larga parte;
l’amido è di maggiore aiuto nella fase di stesura perché non viene assorbito dalla pasta, ma è da evitare con torte vere essendo un alimento che verrebbe poi ingerito crudo.
Quando hai ottenuto la consistenza giusta puoi aggiungere del colorante in gel aiutandoti con uno stuzzicadenti: ne serve infatti pochissimo.

 

Solo la pasta rossa e nera danno più problemi, per le decorazioni torte, per cui se desideri dei toni accessi in questi colori ti consiglio di comprare della pasta di zucchero pronta.
Stendi la PDZ, la pasta di zucchero,  con un mattarello liscio in plastica etilenica dotato di anelli guida in modo da ottenere uno spessore uniforme.

 

Puoi lavorare anche con il tradizionale mattarello di legno, spesso io Carla G. Colotti lo uso, ma le sue naturali imperfezioni rimarranno impresse nella pasta.

 

Un tappetino di plastica con i cerchi predisegnati facilita la stesura del disco della misura desiderata;

stendi la pasta girandola continuamente in senso orario per darle una forma rotonda regolare; ma non capovolgerla, così non devi aggiungere altro zucchero.
Puoi imprimere un motivo decorativo con l’ultimo passaggio usando un matterello inciso o un tappetino in rilievo.
Quando hai raggiunto la dimensione giusta arrotonda una parte di pasta sul matterello e trasferiscila sulla torta che hai già coperto con il suo crumb coating, non solo indispensabile a creare una superficie regolare su cui “incollare” il fondant, ma anche a sigillare l’umidità della torta al suo interno: la torta rimarrà morbida e non si rischia che l’eventuale farcia interna fuoriesca dai lati compromettendone la forma;

e la pasta di zucchero non assorbirà umidità e quindi manterrà la sua composizione originale .

 

 

torte decorate tango  ricoprire

Torte Decorate Tango

Usa quindi esclusivamente una crema a base grassa, mai una confettura o una gelatina perchè contengono acqua e questa deformerebbe la torta e romperebbe il fondant.

Se stai decorando una torta finta spennellatela semplicemente con acqua per farvi aderire la pasta.
Massaggia la pasta con le mani (pulite, asciutte e senza anelli) con tocchi veloci e lievi procedendo dall’alto verso il basso, spostando man mano la pasta dove fa le pieghe.

Continua con una spatola spalma-pasta per non lasciare tracce, poi taglia via il fondant in eccesso che si è accumulato alla base della torta servendoti di una rotellina.

Se non ne hai una a portata di mano usa un coltellino, ma fai tante piccole incisioni invece di farlo scorrere perché si tirerebbe dietro la pasta e la strapperebbe.
Eventuali screpolature possono essere massaggiate con più insistenza e lisciate con la spatola, ma il modo migliore di occultarle è coprirle con una decorazione.
La pasta di zucchero può essere infatti usata anche per realizzare rose di tango rosse, fiori, personaggi , ballerini tangueros o milongueras, e altri elementi di decoro, bandoneon, note musicali.

I risultati saranno però migliori se sarà unita, in proporzioni uguali, a della pasta di gomma: questa è più elastica e permette di lavorare anche con spessori
sottilissimi senza rompersi (piccoli fiori, merletti etc).

 

Usa una ghiaccia reale come collante.

 

torte decorate tango rose rosse tango

 

 

a presto cara milonguera

un abbraccio Carlita Colotti 

Carla G.Colotti

 

P.S. Seguimi anche su Facebook   

 

 

 

 

√ Torte Decorate Tango : Come si fa la pasta di zucchero

 

Torte Decorate Tango : Come si fa la pasta di zucchero

 

torte decorate tango come-si-fa-la-pasta-di-zucchero

 

 

Ciao Cara amica Milonguera

Preparare la pasta di zucchero in casa è molto semplice.

Segui la mia ricetta e ottieni una pasta di zucchero perfetta!

leggi tutto…

Come si fa la pasta di zucchero per torte decorate tango.

A Torte Decorate Tango piace far da sè: indipendenza, orgoglio, risparmio e… niente fila per cercare parcheggio!

Anche le decorazioni per le torte possono essere prodotte in casa con ingredienti più facilmente reperibili di quel che si pensa:

basta rivalutare le care, vecchie drogherie.

Cominciamo dunque con la versatile pasta di zucchero, la più elastica da maneggiare e la più facile da colorare secondo le proprie esigenze.

Questa ricetta supertestata è stata data a Torte Decorate Tango da pasticceri di decorazioni torte di classe 

 

pasta di zucchero torte decorate tango

Torte Decorate Tango 

Ingredienti:

Torte Decorate Tango : Come si fa la pasta di zucchero

  • 450gr zucchero a velo extra fine o setacciato + altro zucchero per la lavorazione a mano
  • gelatina in fogli (colla di pesce) 5gr se marca Cameo, 7 gr se marca Cresco
  • 30gr acqua fredda
  • 70gr glucosio
  • 16gr burro

 

Metodo:

Setaccia lo zucchero direttamente nella ciotola della tua planetaria (o robot da cucina).

Taglia in piccoli pezzi la gelatina e coprila con i 30gr di acqua fredda.

Dopo 10 minuti aggiungi il burro e il glucosio e fai sciogliere tutto in un pentolino; non farlo bollire, solo sciogliere.

 

Versa il composto a filo sullo zucchero a velo, mentre azioni la planetaria o accendi una frusta a gancio manuale (a bassa velocità, o ti ritroverai in una nuvola di zucchero!).

Spegni nel momento in cui si sarà formata una palla di pasta: gli ingredienti saranno perfettamente amalgamati.

 

Spostati su un piano di lavoro spolverizzato con zucchero a velo e lavora la pasta aggiungendo altro zucchero a velo oltre a quello previsto dalla ricetta fino a quando il composto non risulterà più appiccicoso.

Se salti questo passaggio la tua pasta, non avendo la giusta consistenza, non sarà lavorabile.

Avvolgi la pasta di zucchero in pellicola trasparente o in un sacchetto per congelare e conservala a temperatura ambiente, mai in frigo.

La pasta può essere tinta in qualsiasi sfumatura mescolando anche diversi coloranti alimentari, ma ti consiglio sempre quelli in gel, che sono più vividi per creare delle strepitose torte decorate tango.

aggiungi alla pasta usando uno stuzzicadenti e lavorala finché non hai ottenuto un colore omogeneo, oppure fermati prima per un elegante effetto marmorizzato.

Ora che hai la tua pasta di zucchero …. puoi pensare di dedicarti alle decorazioni di torte da portare in milonga con le amiche milongueras, le amiche del tango argentino , che apprezzeranno alla grande , e non solo loro 😉

pasta di zucchero 3 torte decorate tango

 

 Torte Decorate Tango : Come si fa la pasta di zucchero

Un abbraccio Carlita Colotti 

Carla G. Colotti 

 

 

P.S. Seguimi su Fabebook 

 

 

torte decorate tango facebook