Archivio tag | puoi veramente conquistare l’arte

√ Torte Decorate Tango : Come si fa la pasta di zucchero

 

Torte Decorate Tango : Come si fa la pasta di zucchero

 

torte decorate tango come-si-fa-la-pasta-di-zucchero

 

 

Ciao Cara amica Milonguera

Preparare la pasta di zucchero in casa è molto semplice.

Segui la mia ricetta e ottieni una pasta di zucchero perfetta!

leggi tutto…

Come si fa la pasta di zucchero per torte decorate tango.

A Torte Decorate Tango piace far da sè: indipendenza, orgoglio, risparmio e… niente fila per cercare parcheggio!

Anche le decorazioni per le torte possono essere prodotte in casa con ingredienti più facilmente reperibili di quel che si pensa:

basta rivalutare le care, vecchie drogherie.

Cominciamo dunque con la versatile pasta di zucchero, la più elastica da maneggiare e la più facile da colorare secondo le proprie esigenze.

Questa ricetta supertestata è stata data a Torte Decorate Tango da pasticceri di decorazioni torte di classe 

 

pasta di zucchero torte decorate tango

Torte Decorate Tango 

Ingredienti:

Torte Decorate Tango : Come si fa la pasta di zucchero

  • 450gr zucchero a velo extra fine o setacciato + altro zucchero per la lavorazione a mano
  • gelatina in fogli (colla di pesce) 5gr se marca Cameo, 7 gr se marca Cresco
  • 30gr acqua fredda
  • 70gr glucosio
  • 16gr burro

 

Metodo:

Setaccia lo zucchero direttamente nella ciotola della tua planetaria (o robot da cucina).

Taglia in piccoli pezzi la gelatina e coprila con i 30gr di acqua fredda.

Dopo 10 minuti aggiungi il burro e il glucosio e fai sciogliere tutto in un pentolino; non farlo bollire, solo sciogliere.

 

Versa il composto a filo sullo zucchero a velo, mentre azioni la planetaria o accendi una frusta a gancio manuale (a bassa velocità, o ti ritroverai in una nuvola di zucchero!).

Spegni nel momento in cui si sarà formata una palla di pasta: gli ingredienti saranno perfettamente amalgamati.

 

Spostati su un piano di lavoro spolverizzato con zucchero a velo e lavora la pasta aggiungendo altro zucchero a velo oltre a quello previsto dalla ricetta fino a quando il composto non risulterà più appiccicoso.

Se salti questo passaggio la tua pasta, non avendo la giusta consistenza, non sarà lavorabile.

Avvolgi la pasta di zucchero in pellicola trasparente o in un sacchetto per congelare e conservala a temperatura ambiente, mai in frigo.

La pasta può essere tinta in qualsiasi sfumatura mescolando anche diversi coloranti alimentari, ma ti consiglio sempre quelli in gel, che sono più vividi per creare delle strepitose torte decorate tango.

aggiungi alla pasta usando uno stuzzicadenti e lavorala finché non hai ottenuto un colore omogeneo, oppure fermati prima per un elegante effetto marmorizzato.

Ora che hai la tua pasta di zucchero …. puoi pensare di dedicarti alle decorazioni di torte da portare in milonga con le amiche milongueras, le amiche del tango argentino , che apprezzeranno alla grande , e non solo loro 😉

pasta di zucchero 3 torte decorate tango

 

 Torte Decorate Tango : Come si fa la pasta di zucchero

Un abbraccio Carlita Colotti 

Carla G. Colotti 

 

 

P.S. Seguimi su Fabebook 

 

 

torte decorate tango facebook

 

 

 

LA TORTA DECORATA TANGO LA PORTO IO EH!!!

🙂

Un invito a cena a casa di amici e quindi alzo la manina e dico “mi piaciono le decorazioni di torte!!!”

 

LA TORTA DECORATA TANGO LA PORTO IO EH!!!

 

torte decorate tango cioccolata2

 

 

Mi industrio quindi in una ricetta vista un trilione di volte sfogliando le dolcissime pagine di Torte Decorate Tango (www.tortedecoratetango.org).

La ricetta prevede una torta al cioccolato tipo Devil’s Carlita, con una fantastica farcitura , uno doppio strato di ganace.

Ho sfornato con una certa goduria le due basi al cioccolato e mi sono messa a fare la farcitura.

Non ho la più pallida idea di cosa sia successo ma sta di fatto che, farciti gli strati in maniera impeccabile, ho iniziato in modo peccaminoso a desiderare di mangiarla subito.

Già, proprio così !!!….. pregustavo la deliziosa tentazione diavolesca di terminarla al volo e gnam… 🙂

Mi è presa un attimino di panico visto che avrei dovuto portarla ad una cena e fare magari pure bella figura.

Ho azionato le rotelline e ho pensato ad un “barbatrucco”.

Ho Immaginato….

 

torte decorate tango cioccolata 2

 

Mi vedevo già con gli amici che si deliziavano della torta decorata tango, e mi guardavano con occhi felici, come rinunciare a resistere a questa esperienza!

Mi sono armata di pazienza e ho iniziato a ricoprire la torta.

 

E si Promesso e si fa…

 

LA TORTA DECORATA TANGO LA PORTO IO EH!!!

 

UHHHMMM! ….. hanno detto che era buona, delicata e croccante dolce, non stucchevole!

Woowwwww !!!!!
Ne è avanzato un pezzettino, pensavo di fartelo assaggiare, ma si sono perse le tracce giorni fa……. 😉
Le ricettine di Torte Decorate Tango succulente le trovi sfogliando più volte sul Blog qui:
www.tortedecoratetango.org

Tu con le decorazioni torte di tango sbizzarrisciti come ti descrivo sul Blog.

 

Guarda ad esempio  puoi preparare Bailarinos de Tango in pasta di zucchero e poggiarli sulla torta, o anche disegnarli …..

 

bailarines-de-tango torte decorate tango

 

torte decorate tango arancione

 

Gnam 😉

Carlita Colotti

 

carla g. colotti

Carla G. Colotti

 

P.S.

Scopri Tutte le Ricette che Puoi Afferrare

Guida Ricette Decorazioni Gratis per Te 

 
gratis 300 ricette scritte

compra2

 

 

 

Carlita Torte Decorate Tango

Anche una tortina può essere decorata di tango

La mia prima rosa rossa tango è sbocciata…

 

non vedo l’ora che tutta la milonga si colori di rosso acceso!!
E’ alla mia prima rosellina rossa tango che dedico questa incantevole tortina, che ho chiamato: “Carlita“!
E’ il nome che darei ad una deliziosa ballerina tanguera dal fascino irresistibile, con i suoi pizzi neri da femme fatale e delle profumate rose rosse che le incorniciano il capo…

 

Carlita è una delle Mini torte decorate tango di 9cm che ho decorato con un pizzo disegnato con pennello a mano libera, che avvolge
la torta come un intenso abbraccio di tango.
Vi ho posato un bouquet di rose rosse in pasta di zucchero, che danno quel tocco di eleganza che solo gli adorni di una vera tanguera sanno dare…

E’ la torta regina di una notte in Milonga, con cioccolato bianco e bagna di lampone, tutta da assaporare!;)

Ecco Carlita Torte Decorate Tango

Per realizzare la mia “Carlita” ho seguito questa ricetta, che riporto anche qui sotto:

Ingredienti (per 4 quattro Carlite)
pan di Spagna
pasta di zucchero (100g per ciascuna circa)
colorante in gel (rosso e nero)
farcitura a piacere (creme, glasse, confetture…)
gomma arabica
Crema al burro
100g burro
150g Margarina
350g zucchero a velo
3 cucchiaio di latte
Utensili
coppapasta (6,5cm e 4,5cm circa)
pennellino sottile e morbido
piccolo matterello

La Preparazione di Carlita Torte Decorate Tango:

 

Inizio a preparare il pan di Spagna in un’ampia leccarda. Tolta dal forno.
Ritaglio dei cerchi grandi e piccoli: per ciascuna tortina di due piani servono due cerchi di 6,5cm circa e due cerchi di 4,5cm circa).
Per farcire l’interno serve una bagna di zucchero e acqua, con aggiunta di liquore se lo preferisci, e poca crema a piacere.
Farcisco dunque le tortine con bagna per ammorbidire un po’ con poca crema al centro, con i vari cerchi di pan di Spagna avvicinati.

Per la copertura, consiglio vivamente di seguire solo la ricetta della crema al burro, perché rispetto a marmellate o altro, è la più adatta per rendere liscia e uniforme la torta.
Ricopro poi la “Carlita” con la pasta di zucchero evitando che si sciolga.
Avendo poco zucchero a velo, ho aggiunto del cacao per arrivare alla giusta consistenza, ma ve lo sconsiglio, vista l’alta probabilità di sporcare il fondente bianco.
Per la crema al burro, mischio lo zucchero a velo con burro e margarina ben ammorbiditi.
Verso a filo il latte e continuo a girare fino ad ottenere una crema uniforme e piuttosto densa.
Ottenuta la crema la conservo in frigo.

 

rosita3 torte decorate tango
Ricopro le piccole “Carlita” iniziando prima a uniformare i lati e poi il centro.
Meno sbavature ci sono, più la pasta di zucchero coprirà la torta rendendola perfettamente liscia.
Le lascio riposare in frigo finché non indurisce la crema e poi prendo la pasta di zucchero.

Stendo parte del panetto bianco di pasta di zucchero col matterello e ritaglio dei cerchi che dovranno ricoprire tutta la tortina.
Poi dall’alto lo poso sulla tortina, assicurandomi prima che sia abbastanza grande da ricoprire anche i lati.
Inizio ad avvicinarlo ai lati senza premere troppo, e man mano lo faccio aderire, cercando di sollevarlo spesso in modo da non
formare delle pieghe.
Delicatamente ritaglio il più presto possibile i bordi in eccesso, evitando che faccia peso.

 

rosita7 torte decorate tango
Il mio timore infatti è quello di vedere la pasta strapparsi…
Solo quando sarò sicura che aderisce perfettamente posso pressare di più e levigare per bene.
Io non avevo particolari utensili per questa operazione, ma in commercio ne esistono diversi e te ne parlerò sul blog Torte Decorate Tango.
Uso un coltello senza denti, per ritagliare la pasta di zucchero.
Ricoperte tutte le tortine “Carlita“, possiamo comporre le nostre “Piccole opere d’Arte” a due piani, posando la tortina più piccola su quella più grande.
Vista la piccola dimensione, non sarà necessario usare due stuzzicadenti da infilzare in centro per reggere il peso, ma io l’ho fatto.
Gelatina o gomma arabica diluita in acqua, spalmata in centro e, faccio attenzione a posarla in centro.
Una leggera pressione ed ecco fatta già la nostra struttura.

 

rosita6

 

Adesso arriva la parte più creativa, che Carla G. Colotti ( in Arte Carlita) adora…
Colore nero, pennellino ed inizio a decorare il pizzo nero a mano libera sopra la torta.

Infine creo delle meravigliose rose di pasta di zucchero, ottenute semplicemente con dei petali a forma di cerchio molto sottile (appiattisco col matterello soprattutto la parte superiore).
Devono essere di tre diverse tonalità di rosso: rosso scuro, rosso carico e un rosso leggermente rosa.
Inizio ad avvolgere un petalo rosso intorno a se stesso e poi, dal più scuro al più chiaro, appoggio intorno i petali, premendo solo sulla parte inferiore.

Soddisfatta della forma, faccio pressione per tenerli uniti, allungo un po’ sotto, ed infine taglio il pezzo residuo.
Li poso sopra la tortina e creo il mio “mini bouquet tanguero”!

Ideale per la milonga di una donna speciale, o per dimostrare tutto il nostro amore all’uomo della nostra vita… ♥

 

a presto Carlita

 

Carla G. Colotti

 

torte decorate tango